Menu Content/Inhalt
Home arrow Notizie arrow Attivita del GAS arrow Resoconto dell''incontro InterGAS

Articoli correlati

Resoconto dell''incontro InterGAS PDF Stampa E-mail
Sabato 1 dicembre a Piacenza si è tenuto l''incontro InterGAS, una sorta di coordinamento nazionale dei Gruppi d''Acquisto Solidale italiani, a cui hanno partecipato una quindicina di persone provenienti dai GAS di Torino, Fidenza, Torreglia, Bologna, Crema, Bassano del Grappa e Rubano. Scopo dell''incontro è stato fare un po'' il punto della situazione e preparare il 3° convegno nazionale che si terrà a maggio 2002.

Situazione dei GAS in Italia
Siamo in un momento di passaggio importante perché il fenomeno dei GAS sembra acquistare sempre maggior seguito e visibilità : i GAS stanno spuntando come funghi un po'' dappertutto, tanto che, se quelli censiti da Andrea Saroldi [nel libro e nel sito di CoCoRiCo] sono una cinquantina, si stima che in realtà ne esistano almeno il doppio.
Al di là dei numeri, comunque, la sensazione comune è che si stia ampiamente diffondendo una sensibilità ai temi del consumo critico che lascia ben sperare.
Dal punto di vista organizzativo invece, salvo i pochi gruppi ''storici'', i GAS sono esperienze ancora molto piccole e recenti, ma soprattutto molto eterogenee. Questo è certamente una ricchezza e soprattutto risponde alla logica di uno sviluppo locale autocentrato oltre che autosostenibile.

Alcuni esempi
A Torino ci sono una decina di piccoli gruppi [5-20 famiglie] che si sono riuniti in una Associazione per gestire alcune questioni comuni come l''archivio delle informazioni, la comunicazione esterna, le proposte di filiera/marchio locale all''interno di Agenda21 del Comune.
A Piacenza gli iscritti al GAS sono 120 anche se agli ordini partecipano in media 60-70 persone. L''ordine viene fatto facendo girare il listino via email. Il problema maggiore è la distribuzione perché non hanno magazzino.
A Fidenza si è creato un mercatino settimanale, mentre sul progetto delle filiere produttive si è inserita anche la Provincia [con tutti i pregi e difetti che questo comporta].

Le questioni attuali
Le questioni principali al momento sono quelle di coordinamento e di comunicazione interna ed esterna, ovvero:
- come applicare la strategia lillipuziana ed inserire efficacemente i gas nel ''movimento'' per un''economia di giustizia
- con quale contributo specifico e concreto
- come essere rete nella rete

Il convegno nazionale
Volendo fare un po'' di storia, i precedenti convegni si sono tenuti:
- nel 1999, dove si è redatto il Documento Base dei Gas e la scheda produttori
- nel 2000 sull''economia di relazione
- nel 2001 sulle filiere

Il prossimo convegno si terrà il secondo o terzo weekend di maggio del 2002 [data e luogo in via di definizione]: sabato sarà riservato al confronto fra i gas sugli strumenti di comunicazione e sugli aspetti fiscali; domenica ci sarà la parte ''pubblica'' che verterà su ''Costruire Progetti Locali'', con una relazione teorica e l''esposizione di esperienze concrete. Si terminerà con una sorta di ''mercatino delle idee'' nel quale tutti i gas sono invitati a presentare la loro esperienza più significativa.
Per quanto riguarda il tema del convegno, il riferimento principale è il libro di A. Magnaghi ''Il progetto locale''
 
< Prec.   Pros. >